Se vuoi vendere casa nel più breve tempo possibile, alle migliori condizioni di mercato, il primo passo che devi fare – e NON mi stancherò mai di dirlo – è valutarla correttamente.

Attribuire il giusto prezzo all’immobile è importantissimo per riuscire a venderlo nel breve periodo ed evitare (1) che si svaluti (2) di ricevere proposte al ribasso (3) e continuare a spenderci dei soldi per mantenerlo in buono stato.

Per farlo è di fondamentale importanza avere un SISTEMA DI VALUTAZIONE IMMOBILIARE, con degli step ben definiti da seguire, che portano all’individuazione del REALE prezzo di vendita, in modo da vendere casa il prima possibile al maggior prezzo di mercato.

5 fattori che influenzano il prezzo, e ti aiutano a vendere casa velocemente

C’è una lezione che possiamo imparare dai migliori imprenditori.

Sono tutti abili venditori, e sanno come convincere le persone a comprare un prodotto.

Riescono a farlo perché studiano la clientela, capiscono a fondo i suoi bisogni e desideri, e preparano e presentano il prodotto affinché li soddisfi.

Nel vendere casa è la stessa cosa.

Devi capire quali sono i ragionamenti delle persone che comprano un immobile.

Ci sono almeno 5 fattori per scegliere il prezzo che attirerà più gente possibile e ti farà vendere casa facilmente. Vediamoli assieme…

1. Considerare gli interventi programmati all’edificio

Palazzina bruttaAnche se l’immobile internamente è ben tenuto, lo stato dell’edificio è importante e determinante per il prezzo finale.

Un palazzina brutta, come quella in foto, fa immediatamente storgere il naso agli acquirenti.

Per questo, se ci sono lavori previsti a livello condominiale, o si discute in assemblea di interventi migliorativi al palazzo che lo renderanno esteticamente più bello, è essenziale sottolinearli nell’annuncio e negoziare un prezzo adeguato in base a queste migliorie.

In caso contrario è necessario adeguare il prezzo, al ribasso.

2. Ragionare sul contesto abitativo

zona degradataNessuno vuole vivere in una zona degradata o pericolosa. Nemmeno gli studenti universitari che cercano alloggi sicuri e vicini alle università.

Pertanto se il tuo immobile si trova in un bel quartiere, con disponibilità di mezzi pubblici, aree verdi dove camminare, giostre per i bambini, negozi di prima necessità, ecc.. sono tutti elementi a favore per chiedere un prezzo leggermente più alto rispetto a immobili identici, ma che si trovano in zone peggiori.

3. Pensare al futuro dell’area urbana

• Come sarà il quartiere tra cinque anni?
• Quali sono i piani per lo sviluppo futuro?
• E come influenzeranno il valore della casa?
• Le scuole dove sono?
• Sono previste nuove costruzioni o l’arrivo di nuovi servizi che renderanno più comoda, ricca e piacevole la zona?

Spesso gli acquirenti non lo sanno, perché vengono “da fuori”. Ma se nel piano comunale sono previste opere o interventi che riqualificheranno il quartiere, usa queste informazioni a tuo vantaggio.

Spiega alle persone che la qualità della vita in quel posto migliorerà in futuro, e la casa che stanno per comprare assumerà valore nel giro di 5/10 anni.

4. Capire chi è il cliente ideale

cane e padrone Ogni cane assomiglia al suo padrone.

Lo conosci il detto?

Secondo noi, anche ogni casa ha il suo proprietario ideale.

Per questo, prima di progettare un intervento sugli immobili dei nostri clienti e preparare gli annunci di vendita, cerchiamo di capire qual è il tipo di clientela che potrebbe trovarli più attraenti.

Un appartamento in centro, vicino alle università, viene molto ricercato da investitori o  genitori che mettono la casa a disposizione dei figli che studiano all’università.

Un casa singola, con un bel giardino, sarà l’ideale per famiglie che cercano l’indipendenza e gli spazi dove far giocare i bambini e i loro animali.

In base al tipo di clientela, cambia il modo in cui parli della casa nell’annuncio (e il prezzo massimo che puoi richiedere).

5. Tenere conto del momento storico

mercato immobiliare padovaIl valore di un immobile dipende da diversi fattori.

Ma sicuramente il più importante è: quanto sono disposte le persone a spendere per quell’immobile, in quella zona, in quel contesto, nelle condizioni in cui si trova?

Chi deve comprare casa da priorità alle sue necessità, in modo da non comprare la casa sbagliata o ritrovarsi con gravi problemi dopo l’acquisto.

Partiamo da un dato di fatto …

Le richieste più frequenti che arrivano alle agenzie immobiliari sono di persone che cercano un immobile in buono o ottimo stato, abitabile da subito, con pochissimi o ZERO lavori da fare, possibilmente già arredato, e ovviamente in posizione strategica rispetto al lavoro e alla famiglia.

La gente ama le case ristrutturate.

Questo succede per 3 motivi:

  • Vogliono la “pappa pronta” e non hanno tempo e voglia di fare lavori in casa
  • Hanno paura dei costi esorbitanti delle ristrutturazioni (troppo spesso i preventivi iniziali delle imprese lievitano come il pane in forno)
  • Molte famiglie hanno scarsa disponibilità economica, e spesso non solo devono chiedere il mutuo, ma fanno anche fatica a pagare in contanti la caparra (figuriamoci spendere 20-30 mila euro di una ristrutturazione).

In questa situazione per te nasce un problema …

Se il tuo immobile non è “aggiornato”, presenta finiture d’epoca, o gli impianti (elettrico e idraulico) sono degli anni ’70, farai più fatica a vendere.

Ecco perché, chi può permetterselo, sceglie di ristrutturare casa prima di metterla in vendita.

Purtroppo nelle condizioni attuali del mercato immobiliare e dei prezzi, sarà difficile recuperare tutti i soldi spesi per fare la ristrutturazione.

Quindi molti venditori si ritrovano bloccati in un dilemma.

Se ristrutturano, perderanno dei soldi.

Se non lo fanno, non sanno quando riusciranno a vendere casa.

Quindi se il tuo immobile non è ristrutturato, e non te la senti di spendere dei soldi per sistemarlo, dovrai regolare il prezzo di conseguenza, sapendo che dovrà essere più basso di almeno il 15-20% rispetto al valore di mercato.

Purtroppo è una scelta obbligata visto il momento storico e la situazione economica delle famiglie al giorno d’oggi.

In caso contrario, i tempi di vendita saranno molto più lunghi di 9-10 mesi (che è la media di vendita delle case a Padova).

 

Write A Comment